INFORMAZIONI


Claudio Velardi

Reti - QuickTop srl
Relazioni Pubbliche e Uffici Stampa
Ruolo: Partner
Area: Top Management

Vuoi entrare in relazione con Claudio Velardi, conoscerne meglio le attività e il profilo professionale?

Claudio Velardi

Chi è: Nato a Napoli il 25 ottobre del 1954, sposato con due figli, giornalista professionista. Ha svolto dagli anni '70 una lunga attività politica, prima da dirigente nazionale della FGCI, in seguito come responsabile culturale del PCI a Napoli e poi segretario regionale della Basilicata. Alla fine degli anni '80 è diventato giornalista professionista. Si è occupato di marketing editoriale, dirigendo le strategie di sviluppo dell'Unità, ed è stato capoufficio stampa del Gruppo del PDS alla Camera dei Deputati. Negli anni '90 ha collaborato a lungo con Massimo D'Alema da capufficio stampa, successivamente creando ed organizzando il suo staff, infine da consigliere politico durante l'esperienza di governo a Palazzo Chigi. Nel 1994 è stato assessore alla Cultura al Comune di Napoli. Conclusa l'esperienza politica, dal 2000 si occupa a pieno tempo di comunicazione. Ha fondato Reti, la prima società italiana di lobbying e public affairs, e successivamente ha introdotto in Italia la consulenza politica professionale, con Running, società di marketing politico ed elettorale. Nel 2001 ha ideato e creato "il Riformista", di cui è stato editore e presidente del Cda. Dal 2006 è vice-presidente di PayperMoon, società di produzione cinematografica e tv. Dal febbraio 2008 a giugno 2009 ha ricoperto il ruolo di assessore al Turismo e ai Beni Culturali della Regione Campania. Nel 2009 ha creato, con Fabrizio Rondolino il blog di approfondimento politico www.thefrontpage.it. Nel 2014 ha creato il sito www.ilRotamatore.it (aggregatore di 7 siti) che racconta punto di vista di chi vuole cambiare l'Italia: dalla politica alla burocrazia. Ha scritto alcuni libri: "La città porosa" (1992), conversazioni su Napoli; "Communis patria" (1993), conversazioni su Roma; "L'anno che doveva cambiare l'Italia" (2007).