INFORMAZIONI


Alessandra Santacroce

IBM Italia spa
Informatica e Software
Ruolo: Direttore Relazioni Istituzionali Government and Regulatory Affairs Executive
Area: Government & Public Affairs Management

Vuoi entrare in relazione con Alessandra Santacroce, conoscerne meglio le attività e il profilo professionale?

Alessandra Santacroce

Chi è: Dal 2008 Alessandra Santacroce è Direttore delle Relazioni Istituzionali di IBM Italia, funzione dedicata alla promozione del valore dell'innovazione nelle politiche italiane ed europee. Nell'ambito di questa funzione, Santacroce ha maturato un'esperienza internazionale in aree come le politiche del lavoro, la sanità, e può vantare un'importante esperienza nella gestione e coordinamento di team di lavoro a livello globale. Alessandra Santacroce ha iniziato la sua carriera professionale presso il Dipartimento per le Politiche Economiche e i Rapporti Istituzionali del CNEL, Consiglio Nazionale dell'Economia e del Lavoro, dove ha seguito le sessioni di analisi e valutazione dei principali provvedimenti di finanza pubblica e le consultazioni con le Istituzioni interessate. Entrata successivamente in Pfizer, multinazionale leader del settore farmaceutico, con l'incarico di creare il Dipartimento per i Rapporti Istituzionali di cui diventa Direttore, ha coordinato un'unità dedicata alle relazioni con il Governo, il Parlamento e con i diversi Stakeholders, come le Associazioni di cittadini e pazienti. In tale periodo, ha collaborato alla realizzazione di ricerche in tema sanitario e farmaceutico commissionate dal Ministero del Bilancio. Laureata in Scienze Politiche presso l'Università di Roma La Sapienza, ha frequentato il corso di specializzazione in Gestione dell'economia e dell'azienda all'lstituto di Management ISTAO di Ancona. "Lecturer" presso diverse università, partecipa come speaker a convegni sulle politiche dell'ICT. E' autrice di numerosi articoli e pubblicazioni su temi di politica economica. Per IBM in Italia, Santacroce ricopre, inoltre, la carica di Executive Sponsors per la Cultural Diversity, sostenendo all'interno dell'azienda la valorizzazione delle potenzialità dei singoli individui, diversi tra loro, e pertanto capaci di portare un valore unico.