INFORMAZIONI


Ivana Nasti

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni - AGCOM
Istituzioni e Pubblica Amministrazione Centrale
Ruolo: Direttore del Servizio Ispettivo, Registro, CoreCom
Area: Communication & External Relation Management

Vuoi entrare in relazione con Ivana Nasti, conoscerne meglio le attività e il profilo professionale?

Ivana Nasti

Chi è: Dal 2017 Direttrice del Servizio ispettivo, Registro e Corecom dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Nata nel 1972 a Napoli, nel 1996 consegue la laurea in giurisprudenza con votazione massima e plauso della Commissione e nel 1998 il diploma di specializzazione in diritto amministrativo e scienza delle finanze. Autrice di numerose rassegne giurisprudenziali, di commentari legislativi e di articoli scientifici nel campo del diritto amministrativo e del diritto dei mezzi di comunicazione di massa, è autrice della monografia Il servizio universale nel settore delle comunicazioni elettroniche. Dal 2001 dipendente dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, diventa dirigente nel 2009 rivestendo incarichi di responsabilità presso la Direzione tutela dei consumatori, Servizio giuridico, Risorse umane. Ha svolto incarichi di studio presso la Presidenza del Consiglio in materia di procedure di consultazione pubblica e analisi d'impatto della regolamentazione. Rappresentante dell'Autorità presso la Commissione europea e il Berec nel settore delle comunicazioni elettroniche, partecipa quale esperta in numerosi gemellaggi con Bosnia, Egitto, Israele, Giordania, Tunisia, Marocco. Intensa l'attività convegnistica nel campo del diritto della comunicazione e delle comunicazioni elettroniche e sulla tutela dei minori, le nuove forme di comunicazione, l'educazione all'uso corretto dei nuovi mezzi di comunicazione di massa, la rappresentazione delle donne nei media. Insignita di premi per il particolare spirito di umanità e per l'attivismo nel campo della solidarietà con le fasce più deboli della popolazione, reputa fondamentale il recupero di un umanesimo fondato sul bisogno di sapere e la necessità di credere.