INFORMAZIONI


Rai Pubblicità (ex Sipra) spa

Centri Media e Concessionarie

Sede:
10146 Torino (TO), Piemonte

ALTRE SEDI

Sede:
00196 Roma (RM), Lazio

Sede:
20149 Milano (MI), Lombardia
Vuoi conoscere meglio le attività e il profilo dell'azienda?

Rai Pubblicità (ex Sipra) spa

Sipra: Nata nel 1926 per cogliere le opportunità pubblicitarie del nuovo mezzo radiofonico, ha accompagnato lo sviluppo del sistema radiotelevisivo pubblico perseguendo costantemente la mission di valorizzare le potenzialità pubblicitarie del prodotto editoriale RAI e di armonizzarne le finalità e le peculiarità con le esigenze della comunicazione d'impresa. Oggi Sipra gestisce in esclusiva gli spazi pubblicitari su tutti i mezzi (radio, tv, web) e le piattaforme (analogica, digitale terrestre, satellitare, Ip-Tv e mobile) Rai. Inoltre offre agli investitori il più importante circuito di pubblicità cinematografica (450 schermi nei principali comuni italiani), caratterizzandosi perciò con un'offerta audiovisiva di altissima qualità. Società controllata del Gruppo Rai, Sipra ne interpreta la visione nella relazione con gli investitori, promuovendo presso di essi l'elevato valore dei mezzi in concessione, in termini di qualità della programmazione, risultati di audience, minore affollamento, e ottimizzando costantemente l'impaginazione e i format proposti in funzione della migliore redditività degli investimenti e della massima coerenza con i contenuti editoriali e le modalità di fruizione. Nel 2007 la concessionaria ha avviato una profonda trasformazione della propria organizzazione aziendale in funzione di un approccio sempre più consulenziale al mercato pubblicitario, strutturando le proprie divisione intorno ai mezzi (Tv, radio, new media, iniziative speciali) con funzione trasversali di marketing strategico e operativo e commerciale. Dopo oltre 80 anni di supporto alla crescita del servizio pubblico radiotelevisivo, la Sipra - storica concessionaria della pubblicità Rai - "cambia nome e prospettiva" e diventa 'Rai Pubblicità'. Una trasformazione che implicherà una diversa visione di relazione con il mercato, con gli inserzionisti anzitutto, e con la Rai, ma anche una migliore integrazione coi diversi strumenti oggi disponibili: Tv, radio, Web e cinema insieme a tutte le piattaforme digitali, satellitari, mobile. Rai Pubblicità resta concessionaria esclusiva gli spazi commerciali della Rai su tutti i mezzi (radio, tv, web) e le piattaforme (analogica, digitale terrestre, satellitare, Ip-Tv e mobile). Inoltre offre agli investitori il più importante circuito di pubblicità cinematografica (530 schermi nei principali comuni italiani), proponendo un'offerta audiovisiva di altissima qualità.